Come scegliere un’antenna condominiale: consigli utili e articoli migliori

Ci sono alcuni argomenti che sono sempre motivi di scontro all’interno di un condominio. Tra le tematiche che scatenano le più accese discussioni tra i vari proprietari degli appartamenti di uno stabile vi è l’antenna condominiale.

Il suo possesso e la sua manutenzione è per molti motivo di scontro e, a volte, di scaramucce se non peggio.

Questo perché l’antenna può essere personale, quindi installata sul balcone del diretto interessato. Può essere, però, anche comune, dunque posizionata sul tetto di proprietà di tutti i condomini.

La ricezione del segnale radiotelevisivo, infatti, è stata per molto tempo tema di discussione che ha generato non pochi contenziosi. Per questo, come vedrai, sono state anche stipulate delle leggi a riguardo. Tutto questo per fare in modo che le controversie fossero risolte il più possibile.

Il diritto all’informazione è sacro e, di conseguenza, lo è anche quello di avere un’antenna a propria disposizione.

In questo articolo, di conseguenza, ti illustrerò questo prodotto e i modi per poter venire a capo in caso di controversie con gli altri abitanti del condominio. Inoltre, cercherò di darti consigli importanti e utili per un acquisto meditato e cospicuo.

Che cos’è un’antenna condominiale?

L‘antenna condominiale centralizzata è quell’apparecchio tecnologico che permette la ricezione del segnale Tv.  Essa fornisce tale segnale a tutti gli apparecchi televisivi  presenti all’interno del palazzo e lo fa in contemporanea.

Esistono due tipi di antenne:

   
Antenna condominiale
Antenna privata

Tale mezzo, dunque, sostituisce le antenne singole ed è da considerarsi un bene comune.

Per tale motivo sono state necessarie delle leggi che ne delimitassero l’utilizzo da parte dei vari condomini. L’art. 1117 del Codice Civile, prima, e la sua modifica avvenuta con la legge 220/12, poi, hanno stabilito che l’antenna condominiale sia da considerare bene comune.

Se l’antenna è già presente al momento di acquisto di un immobile, essa sarà da considerarsi bene comune da utilizzare da tutti i condomini che ne hanno bisogno.

Proprio in visione di ciò, qualora vi dovesse esservi bisogno di una manutenzione a tale oggetto la spesa andrà ripartita tra tutti gli abitanti del condominio. Naturalmente la spesa va suddivisa tra coloro che ricevono correttamente il segnale. Qualora un condomino non riuscisse a usufruire dell’antenna condominiale, egli non deve essere obbligato a pagare un servizio che non utilizza. Naturalmente, se tutti gli abitanti del condomini ricevono correttamente il segnale, nessuno può rifiutarsi di pagare la propria parte solo per risparmiare denaro. Lo afferma art. 1118 del Codice Civile.

Come utilizzare un’antenna condominiale

Negli ultimi anni, però, la tecnologia ha fatto dei passi da gigante. Anche la ricezione radiotelevisiva deve adeguarsi al progresso degli apparecchi di intrattenimento. Entro giugno 2022, infatti, tutti i televisori di Italia dovranno adeguarsi allo standard Dvb-T2.

Proprio per questo motivo, negli ultimi mesi molti televisori sono stati prodotti con un decoder incorporato.

Quello che probabilmente ti starai chiedendo, però, è se si possa installare un’antenna a uso personale sul tetto condominiale. La risposta è semplice: ti è concesso.

Puoi dunque posizionare la tua antenna privata sul tetto condominiali, ma essa non deve essere ingombrante nè essere un impedimento per accedere alle parti comuni.

A decretare tutto ciò è l’art. 1122-bis del Codice civile. Inoltre, ivi è espresso che tu debba avvertire gli altri condomini di eventuali modifiche alle parti comuni e che devi necessariamente preservare l’apparato architettonico.

Come puoi vedere tu stesso, è davvero molto semplice entrare in conflitto con altri condomini. I confini tra i nostri desideri e i nostri diritti e quelli altrui a volte è davvero molto labile. Il buon senso, comunque, dovrebbe essere un elemento ben saldo e ben utilizzato da tutte le parti in campo. In questo modo si potranno evitare la maggior parte dei problemi.

L’assemblea condominiale, quindi, non può opporsi al tuo voler istituire un’antenna privata. Può, però,  suggerirti lavori alternativi in modo da preservare la struttura architettonica del palazzo in questione.

Consigli utili per acquistare un’antenna condominiale adeguata

Naturalmente, il prezzo di un’antenna condominiale è molto diverso rispetto a quella privata installata dal singolo condomino. I motivi sono abbastanza facili da intuire. Un prodotto volto a fornire il segnale radiotelevisivo a un solo appartamento non ha di certo le stesse funzioni e capacità di uno di portata decisamente maggiore.

Ecco perché vi è così tanta differenza di prezzo tra i due prodotti che ti ho elencato.

Un’antenna a uso personale, infatti, può costare intorno a € 350,00. Certamente è un prezzo importante per una singola famiglia, ma è comunque adatto al prodotto acquistato.

Per un’antenna condominiale centralizzata, invece, il costo si aggira intorno a € 30.000. Non devi affatto spaventarti di questa cifra, però. Il prezzo è effettivamente molto alto, ma non dovrai di certo affrontarlo da solo. Come ti ho detto più volte nel corso di questo articolo, infatti, l’antenna condominiale è un bene comune. Proprio in vista di ciò il prezzo dovrà essere suddiviso tra tutti i condomini presenti nel palazzo in cui si andranno a effettuare i lavori.

Un consiglio che danno gli esperti, per una ricezione maggiormente efficacie, è quello di puntare l’antenna in questione in direzione del ripetitore più vicino.

Nel costo dell’installazione dell’antenna condominiale, però, vi sono molti fattori da tenere conto. In esso, infatti, non è costituito solo dall’articolo in questione, ma vi è anche compresa la manodopera. La tariffa da pagare all’antennista, infatti, solitamente si aggira intorno agli € 30,00 all’ora.

Come hai potuto vedere, quindi, le variabili di cui si deve tenere conto durante l’installazione di una antenna condominiale centralizzata sono diverse. Tutte, però, sono ugualmente importanti e tutte hanno bisogno della medesima attenzione.

Da quanto hai potuto leggere, ti sarai accorto di quanto sia facile cadere in discussioni. Queste possono essere anche importanti con gli altri abitanti del tuo condominio. Proprio per questo motivo, nel corso degli anni, la legge si è dovuta adeguare. Questo per stare al passo con i nuovi progressi tecnologici. Ciò per evitare controversie anche gravi che si sono comunque generate più volte.

In ogni caso, ora hai tutte le informazioni necessarie. Ora potrai stabilire con gli altri condomini quale antenna condominiale acquistare. Tenendo sempre conto, però, gli interessi di tutti gli occupanti dello stabile.

Laureata col massimo dei voti, ho svolto uno stage come editor in un’agenzia letteraria. Scrittrice di romanzi storici e vincitrice di vari concorsi letterari, attualmente svolgo il lavoro di articolista presso varie testate giornalistiche, sia online che cartacee.

Back to top
menu
miglioriantenne.it